Alpe di Siusi – video

E’ passato un po’ di tempo, ma ripensare a quel weekend non fa mai male: ho messo insieme un po’ di riprese e ne è venuto fuori un filmatino ;-)futuri Appennino Riders all’Alpe di Siusi

E’ passato un po’ di tempo, ma ripensare a quel weekend non fa mai male: ho messo insieme un po’ di riprese e ne è venuto fuori un filmatino ๐Ÿ˜‰

futuri Appennino Riders all’Alpe di Siusi

..in mein leder hosen

e con l’aiuto della mitica deb .. ecco la top 20 del weekend scorso:1) arrivati in prossimità di Trento, ci si ferma all’autogrill: ad un tratto Bobo nota una  piccola palla bianca nel cielo ed esclama: "Deb, guarda che strano, guarda …

e con l’aiuto della mitica deb .. ecco la top 20 del weekend scorso:

1) arrivati in prossimità di Trento, ci si ferma all’autogrill: ad un tratto Bobo nota una  piccola palla bianca nel cielo ed esclama: "Deb, guarda che strano, guarda com’è piccola la luna da queste parti" e la Deb prontamente.. "ma guarda .. ce n’è un’altra anche di qua!"
(erano le palline bianche che si mettono sui cavi dell’alta tensione.. ma forse la stanchezza ha giocato un brutto scherzo ai nostri amici)

2) tormentone preso da top secret, io e Alle abbiamo voluto ripetere alla barista: "C’è un bel salsicciotto nei miei pantaloncini di pelle" in tedesco chiaramente suona tipo "Ich habe eine schön bratwurst in mein leder hosen": al che lei ha risposto: "questo non essere bratwurst, questo essere wurstel"

3) le barzellette di Save.. anche quando non fanno ridere come quella della motosega ๐Ÿ˜‰

4) la scivolata pirotecnica, per fortuna senza danni, che ho potuto sperimentare sullo "speed trap"

5) Mister Cil che fa esplodere una confezione di maionese e poi deve pulire tutto il bar

6) noi che ci buttiamo in pista di pancia e nuotiamo a stile libero

7) sette.. il sette è senza parole, ci vuole l’immagine e si commenta da sola


8) l’odore della lasagna che impera in macchina e in cucina appena ti svegli e vuoi solo
un caffèllatte

9) l’appendiabiti fatto con la zampetta di qualche animale alpino (poverino)

10) la birretta apres-ski (che buona la Forst da quelle parti!)

11) il contest di ollie del pirulino di neve, che Mist non riesce a saltare malgrado fosse sì e no 20 centimetri: questo gli costa il caffè pagato per tutti

12) il laghetto di fie.. purtroppo non siamo riusciti ad arrivarci ๐Ÿ˜‰


13) la pista a brache calate.. ma chi ci aveva mai pensato? E se le cala anche la Tippa!

14) wheeeeenyouwaaant Joy!

15) la Danza del ventre della Deb sul tavolo, peraltro poco supportata dalla colonna sonora

16) Alle che "mi fa male la caviglia" e poi con la mia tavola salta come uno stambecco

17) Mist, che funziona così tanto come motivatore che, quasi per sfinimento, mi convince a saltare sul 5 metri (forse 6) e io poi non appena atterro esulto come tardelli ai mondiali dell’82

18) Cil che si spara 360 sul pro jump

19) la Deb che torna al freestyle

20) l’atmosfera, grazie amici!

Ich habe eine schรถn bratwurst…

andiamo per ordine… la zingarata parte venerdì con il ritrovo a "Casa Mistico" (teatro di una sit com che prossimamente proporremo sul blog..) dove carichiamo la Deb e Alessino, che si presenta con una confezione modello "aiuti …

andiamo per ordine… la zingarata parte venerdì con il ritrovo a "Casa Mistico" (teatro di una sit com che prossimamente proporremo sul blog..) dove carichiamo la Deb e Alessino, che si presenta con una confezione modello "aiuti umanitari" di pasta Corticella:
forse ha intenzione di restare un mese in Alto Adige?
gli altri, vale a dire Mistico, Alle e Save devono fare una deviazione a Fanano e, forse anche appesantiti dal vassoio di lasagne preparato da mamma Mist si presentano al ritrovo dell’area di servizio Secchia con ben un’ora e mezzo di ritardo: noi nel frattempo avevamo già fatto amicizia con tutti i dipendenti dell’autogrill
si riparte, e si prosegue in direzione Bozen, l’arrivo a casa Malfertheiner è posticipato ma la padrona di casa non sembra volerci abbandonare dopo la consegna delle chiavi: dopo una salva di arrivederci, buona notte, possiamo finalmente sistemarci e attaccare la lasagna: la serata prosegue poi al pub "Make Up", dove l’unica stanza affollata è quella per fumatori, però la birra è buona e la musica ci piace

sveglia presto, per fortuna l’appartamento (in posizione veramente panoramica) è dotato di due bagni e possiamo sveltire le "grandi manovre" mattutine: questo ci permette di scattare una bella foto a tutto il gruppo, ben sponsorizzato


salendo sull’Alpe la prima cosa che ci colpisce è che "c’è neve!" la seconda è che le piste non hanno molta pendenza, però la neve è veloce e si gira bene: un po’ di snow-turismo, poi ci si cimenta sullo "speed trap": si tratta di una lunga discesa dove viene misurata la velocità, Mist fa registrare quasi 80 all’ora, Alle passa forte ma non viene beccato dal velox e io decido di fare uno "slash" alla velocità massima, quando mi rialzo passo comunque sopra i 20 all’ora


approccio con lo snowpark: in questo caso il nome king è quanto di più azzeccato, perchè in pratica una seggiovia quadriposto passa in mezzo a due zone ben distinte piene zeppe di strutture: nella zona "pro" due jump sicuramente di 12/15 m la fanno da padrone.. ma per il momento è bene solo stare a guardare i tanti rider che ci girano sopra


durante la serata di sabato apprendiamo che il Mister Cilindro e la Tippa ci raggiungeranno e infatti la mattina li becchiamo subito al parcheggio della cabinovia: la domenica scorre anche più piacevole, e la contagiosa allegria ci porta a girare sempre più sciolti sulle strutture, e i video che abbiamo fatto lo dimostreranno, fino al delirio di "nuotare" sulle piste a stile libero o a eccessi di esibizionismo…


dato che non sono riuscito a condensare tutto su questo post, ne seguirà un altro

ps. questo post non adotta volutamente le locuzioni

– ci pompiamo a vicenda
– spacca di brutto
– quel rider è proprio stiloso
– yooooooo

๐Ÿ˜›

Saggezza altoatesina

ebbene sì.. la zingarata sta prendendo forma: oddio, la formula originale sarebbe tutto "last minute" ma visti i personaggi che vi prenderanno parte organizzarsi per tempo era d’obbligo: per adesso sono stati scambiati un totale di 123…

ebbene sì.. la zingarata sta prendendo forma: oddio, la formula originale sarebbe tutto "last minute" ma visti i personaggi che vi prenderanno parte organizzarsi per tempo era d’obbligo: per adesso sono stati scambiati un totale di 123 messaggi e-mail.. e non è finita

mentre noi ci troviamo qui, di fronte ai nostri schermi LCD la signora che ci ospiterà si trova nell’orto, starà lavorando il suo piccolo angolo di paradiso mentre il sole sta tramontando sul massiccio dello Sciliar…

stamattina mi ha anche regalato una perla di saggezza altoatesina, in uno stentatissimo italiano (sono sempre più convinto che domani servirà il passaporto..): alla domanda se ci fosse stato posto per sei mi ha risposto:

"da nostre parti diciamo dove c’è spazio per testa c’è spazio per tutto"

a domani, Signora Frankenstin